domenica 30 settembre 2012

SNAFU 2.0: kepi ghouile e dr.Frank @ edonè bergamo

Tommy 27 torna alla carica con l'arrivo dell'autunno gradito come un rifornimento aviotrasportato sul Belgio.


per prima cosa grazie di cuore a civu e alla manu che mi hanno accompagnato...

veniamo a noi: arriviamo alle 11 e kepi ha già iniziato. Fin da subito mi balena un pensiero che mi accompagnerà per tutta la serata: vi prego tirate fuori una chitarra elettrica e basso-batteria!!
Intendiamoci: kepi l'abbiamo visto e stravisto e non si può non amare: trasmette energia da tutti i pori, è coinvolgente e carismatico e anche acustico è un grande...ma quando senti "till death do us party" o "the beast with 5 hands" ti viene proprio voglia di chitarra elettrica!
Mezz'oretta di show e sale sul palco Dr. Frank, nota io non lo vedo da circa 10 anni, con i Mtx di spalla ai Queers al Leoncavallo (cazzo che concerti giravano una volta!).
Diciamocelo Frank stecca un bel pò con la voce e spesso dimentica le parole: lui lo sa e chiede aiuto al pubblico. Anche il suo mitico falsetto fa acqua da tutte le parti: ma cazzo è dr. Frank e ha scritto 1000 canzoni fighissime. Parte con "semi ok" e subito sogno che tiri fuori dalla tasca basso e batteria...Devo dire che parte della scaletta non la conosco ma che il pubblico è sul pezzo: canta, fa i cori, batte le mani a tempo...perfino fischietta dove c'è bisogno, grandi!
Che pezzi che facevano i MTX: "even hitler had a girlfriend""and i will be with you" su cui tutto il pubblico canta e su cui vorrei un pò di pogo (la chitarra elettrica Frank!), "sackloth and ashes", "ba, ba, ba"...
Insomma alla fine tutti presi bene lo si richiama sul palco.
Torno a casa con l'idea fissa che ho visto due grandissimi ma che un live elettrico sarebbe stata un'altra cosa!!
27tommy

giovedì 27 settembre 2012

Stasera Punk Rock Night a Milano


Stasera (Venerdì 28 Settembre) Milano si tinge di Punk Rock! 
Al Ligera (V.le Padoca 133) suonano I MonelliVeterani Torinesi in giro da 19 anni con gli stessi 3 accordi e i Riverdales nel cuore, The Moes, nuove leve Milanesi scatenate di PopPunk, e gli Skater Popesbrianzoli che infuocano con melodie hardcore melodiche veloci ed incazzate. Si inizia alle 22. Ingresso 3€

ANTITEST - “ANCHE SENZA ME”


Uscirà il 12 ottobre 2012 per 3Mendez Records “Anche Senza Me”, il secondo album degli Antitest una delle band di punta della ns. Scena hardcore.
A tre anni dall'uscita del loro primo lavoro “Ciò Che Riconosco” e dopo aver girato l'italia in lungo e in largo con i loro show esplosivi, gli Antitest ritornano alla grande con questi 9 pezzi di hardcore granitico e potente registrati tra l'Hate Studio di Rosà e il loro Studio di Cittadella.
La presentazione ufficiale avverrà il 13 Ottobre 2012 presso il Luca's Bar di Stroppari (Pd) con una mega festa-concerto dove suoneranno gli ATITEST, i DOGS di Mendez Derozer, i KAPPA KAPPA KAPPA di Milano e i giovanissimi UNDER BLACK STARS di Bassano (Vi).
In occasione dell'uscita del nuovo album, partirà il 6 ottobre dal LOFI di Milano un lungo Tour di 3 mesi che vedrà gli ANTITEST girare l'italia assieme agli amici DOGS e KAPPA KAPPA KAPPA, sul loro sito www.antitest.it le date del tour...non perdeteveli!!

Per preordinare il disco : mendez@3merch.com

Chi conosce i Lobello? Bè è il momento giusto di farlo con questo loro nuovo video...sono una garanzia anche se si fanno vivi ogni era glaciale.

mercoledì 26 settembre 2012

SNAFU 2.0: Green Day - "Uno!"

Ogni tanto qualcuno dimostra di aver capito le potenzialità del 2.0.....grazie a Jimbo Connors - chiunque egli sia.


Ricordo ancora, come fosse ieri, quando John mi portò al campo di allenamento una cassettina con registrata la primo demo dei Green Day. Io ero ormai nella fase calante della carriera (ma ci davo ancora dentro cazzo, io ci ho dato sempre dentro!) e questi tre mocciosi con la loro musica mi diedero la spinta per andare ancora avanti e conquistarmi i quarti di finale degli US Open del 1996 (dove mi elimino il piu punk di tutti, Andre Agassi, anche se sotto al cappellino aveva la parrucca).
“Uno!” è il primo album della loro trilogia, che si concluderà con “Dos!” e “Tres!” a febbraio 2013, e devo dire che con grande gioia, dopo il pessimo “21st Century Breakdown” e le sonorità prese negli anni 2000, la band capitanata dal mio amico Billie Joe (lo invitavo spesso a farmi da raccattapalle personale nei tornei minori) è riuscita a sfornare un disco che mi ha letteralmente ributtato indietro nel tempo.
Sarà il ritorno in produzione di Rob Cavallo, sarà che forse i Green Day si erano rotti le palle di fare canzoni da mainstream, ma ragazzi miei qui sembra di avere tra le mani il seguito di “Nimrod” e niente al mondo poteva rendermi piu felice (ok, forse solo le dolci labbra di Gabriela Sabatini negli spogliatoi di Flushing Meadows mi avevano eccitato di piu...).
Dodici canzoni, dove solo i due singoli “Oh Love” e “Kill The Dj” sono stati fatti per accontentare il capo della Reprise (d'altronde voi avete mai detto di no al vostro datore di lavoro? Io al massimo mandavo a cagare l'arbitro di sedia, ma ero Jimbo Connors cazzo, mica un Nadal qualunque), mentre tutto il resto è bello, bellissimo, godereccio, cazzuto.
Il basso di Mike e il rullo/cassa di Trè sono tornati ad essere esplosivi.
La chitarra di BJ è tornata a macinare riff veloci e convinti.
Il sound è una bomba, ed è esattamente quello che volevamo da loro dal 1997, perchè era quella la direzione giusta, la strada dei Green Day è sempre stata quella e “Uno!” è qui a dimostrarlo.

“Nuclear Family” dà il via, “Stay The Night” è il brano piu riuscito dell'album (non so a voi, ma nel lungo special di un minuto quasi tutto strumentale, il manico della mia racchetta diventa durissimo).
“Carpe Diem” è un mix di Green Day pre Dookie e post American Idiot, con un grande ritornello e un chiaro omaggio ai Clash, sia nel riff di chitarra sia nell'assolo.
“Let Yourself Go” è incazzata e veloce,mentre “Fell For You” è la piu bella ballata scritta dalla band dai tempi di “Pulling Teeth”.
“Loss Of Control” e “Rusty James” (la mia preferita in assoluto e molto vicina a "Scattered”) sembrano uscite dalle session di Nimrod (scusate se insisto ma la cosa mi gasa a dismisura come un pallonetto riuscito a quel pirla di Ivan Lendl).
Con “Troublemaker” ritentano con piu fortuna rispetto a “Horseshoes and Handgrenades” il paragone con gli Hives.Questa volta vincono mettendo piu personalità!
“Angel Blue” ricorda di nuovo i Clash di “I fought the law” nell'assolino sul riff, ma decolla con un ritornello al fulmicotone.
“Sweet Sixteen” è un'altra ballad incisiva e sdolcinata al punto giusto.

Insomma, ormai avete capito che “Uno!” è ciò che volevamo sentire dai Green Day noi vecchi fans, perchè ci mancavano terribilmente e sapevamo che in canna avevano ancora quei colpi, quei lungolinea che si infilano mentre il vostro avversario è a rete (come godevo quando li infilavo a Borg) e tutto il pubblico salta in aria e ti batte le mani.
Non so cosa ci riserveranno “Dos!” e “Tres!”, forse saranno delusioni, ma chissenefrega...godiamoci questo disco e torniamo giovani per un paio di mesi!

Concludo con una piccola digressione sul problema del caro Billie Joe.
A me il punk rock è sempre piaciuto perchè fatto da persone oneste e sincere.
E ho sempre sostenuto che se vuoi suonare questo genere devi avere l'attitudine giusta.
In poche parole, se a voi piace la nuova generazione di punk rockers vegani, astemi, profumati e magari praticanti cattolici, io continuo ad amare la vecchia generazione, problematica e un po' viziata. Non apprezzo le dipendenze (io lo ero solo del Gatorade), ma se sei una rockstar qualche sfizio te lo perdono...lo farei anche io e lo fareste anche voi! Altrimenti finiremmo tutti a leggere “Massoneria Ramonica” e ci renderemmo conto ogni minuto che la vita fa davvero schifo!

Andiamo John, ho i biglietti per la finale di Coppa Davis, prepara i panini che io scaldo il motore...

martedì 25 settembre 2012

Joey Ramone - New York City VideoClip

The Story of the Descendents/All Trailer


A quanto pare manca poco all'uscita del documentario/film sulla storia dei Descendents/All. Nell'attesa però vi dovete accontentare del Trailer!

Gli Amanti - s/t Ep

2012

Nel noiosissimo panorama cantautorale italiano è difficile riuscire a spiccare: sei trascinato nel baratro dai pregiudizi che i tuoi compagni di sventura hanno guadagnato sul campo (vedi band agghiaccianti come Marta Sui Tubi). Poi però una sera succede qualcosa di inaspettato: pattugli in zona Milano sud, fa freddo e decidi di entrare dentro un locale per un amaro (in servizio non si potrebbe ma qui in caserma sappiamo essere elastici). Mandi giù alla goccia e ti accorgi che nella seconda sala del locale suona un trio: Domi, vocione e chitarra, annuncia gli stessi pezzi che ritroverò qualche mese più tardi in questo Ep. Non è Punk Rock, non piacerà ai Punk Rocker, ma Gli Amanti mi hanno convinto perché con il loro FolkPop sanno comunicare! Non idealizzano l'amore, anzi sembrano avere un'ascia in mano per demolire questo totem, non parlano di rivoluzione, non inneggiano volgarmente all'ebrezza del vino. Trovano un giusto equilibrio perché, oltre ad evitare accuratamente i sopracitati luoghi comuni, non si lanciano in commenti intellettualoidi sul senso della vita. Lo si capisce subito dalla prima traccia, La Differenza, pezzo più riuscito dell'Ep: le melodie cupe e coinvolgenti, alternate a silenzi rotti da un carillon, sembrano sublimare la classica frase ti lascio, ma possiamo sempre essere amici in un liberatorio vaffanculo, mi hai appena sparato e sorridi. La seconda traccia, Bonjour, è invece la meno convincente delle 4: dopo aver riscoperto il bello dell'italiano non convince al 100% l'idea di spostarsi oltralpe in direzione Parigi. Ma gli altri due pezzi, La PrimaveragattaneraCamper 42, rimettono la band in carreggiata facendo guadagnare a questo Ep un posto d'onore nella mia libreria. Gli Amanti passano il turno e spero caldamente che proseguano per la loro strada in questa direzione.

lunedì 24 settembre 2012

Iron Maiden - "Maiden England" Tour


Dopo il successo della leg americana, l'estate prossima sbarcherà anche in europa il "Maiden England" Tour.
Per il momento è stata confermata solo la data di Donington, dove la band sarà headliner (per la quinta volta!!) al Download Festival. Probabilmente in Italia sarà il turno del Gods Of Metal, che li ha già visti protagonisti. Comunque nei prossimi mesi saranno rese note le altre date! Intanto godete leggendo la setlist del tour americano:

North American set list: Moonchild,  Can I Play With Madness,  The Prisoner,  2 Minutes To Midnight,  Afraid To Shoot Strangers, The Trooper, The Number Of The Beast, Phantom Of The Opera, Run To The Hills, Wasted Years, Seventh Son Of A Seventh Son, The Clairvoyant, Fear Of The Dark, Iron Maiden, Aces High, The Evil That Men Do, Running Free.

domenica 23 settembre 2012

The Reginas - Homemade Valentines

DIY - 2012

I Reginas sono i Kill that Girl con un altro batterista e con un solo chitarrista. Insomma un side project fatto solo ed esclusivamente per divertirsi con il pop punk....almeno così mi permetto di dire io. 
Che loro si divertano penso non ci siano dubbi, dal punto di vista della riuscita musicale però mi rimangono un bel pò di perplessità: i pezzi non decollano e sono un pò mosci (80% colpa della registrazione frocissima) e trattano temi smaccatamente banali....insomma è un susseguirsi di "don't leave me - let's go to the show - I wanna listen to Ramones - smile all day - my heart will go on..." ....nemmeno i primi Teenage Bubblegums erano arrivati a tanto.
Conosco i soldati in questione, bravi ragazzi (o bravi fanti come direbbero i loro idoli spezzini), c'è poco da far storie a riguardo...se a loro piace così a noi va altrettanto bene.
Se però la cosa deve diventare seria si devono dare da fare....e la prossima volta saremo più cattivi se no la Massoneria e la Punk Bible si incazzano.

Una Fi*a Blu - Vinnie's Hardware EP

DIY - 2012

Una band che si chiama Una Fi*a Blu non è che prometta poi molto di buono. Invece....
I ragazzi sono di Feltre (BL), zona in cui il soldato SNAFU si è fatto le ossa nella sua primissima caserma in cui faceva da supervisore agli Alpins bellunesi...ovvero i Marines delle montagne.
Un mini Ep di 3 pezzi con buon packaging cartonato (va di moda?) che di punkrock ha ben poco, ma che al contrario sembra prendere spunto da quella venatura dell'indie più zozzo e più macho che impazza ora per le strade di Milano e che per una qualche strana ragione dice di ispirarsi a Black Flag et similia...a volte a torto, a volte a ragione.
In questo caso a ragione....non male, devo essere sincero, potremmo vedere benissimo la band in questione aprire una seratina al Ligera o al Rocket di spalla a Shiva Racket o Chaos Surfari e giocarsela alla pari con le band più pettinate della city.
Con soli tre pezzi c'è poco altro da aggiungere....promossi a pieni voti, ma li attendiamo nella City a far vedere di che pasta sono fatti.

Lactis Fever - The Sun Is Shining


Bel video per i Lactis Fever....check it out!!!!

Kurt Baker - "Don't Go Falling In Love"


Kurt Baker è Kurt Baker....ecco il suo nuovo singolo del suo lavoro "Brand New Beat".
Pre-order qui: http://interpunk.com/item.cfm?Item=205956&

Twister - The band that ties you up in knots

DIY - 2012

I Twister sono di Roma e oltre ad avere un nome orrendo hanno tra le loro file un bravissimo illustratore che confeziona un packaging DIY fatto a mano che fa dimenticare il nome orrendo. Si parte bene in fin dei conti.
Sei canzoni per questo EP di pop-punk che ogni tanto strizza l'occhio ai Bottlerocket senza però copiarne il sound in modo palese e infilando un pizzico di personalità alla formula musicale...per quanto si possa mettere della personalità nel fare questo genere. Ripensandoci forse di personalità non ce n'è affatto, ma tutte e sei le canzoni sono assai orecchiabili e scorrono via veloce veloce senza annoiare. 
Non conoscevo affatto i Twister, mai sentiti nominare prima della loro mail....forse per timidezza loro, non lo so....ma hanno i numeri per tirare fuori qualcosa di buono penso. Di band del genere ne abbiamo viste/sentite mille in Caserma, sono passate senza lasciare il segno al pari dei 3/4 delle reclute del cazzo del periodo di leva obbligatoria, forse forse i romani in questione potrebbero conquistarsi un posticino in camerata.
Stiamo a vedere gli sviluppi futuri...nel frattempo voi dategli una chance, sicuramente troverete il ritornello perfetto per affrontare la vostra giornata di lavoro.

sabato 22 settembre 2012

Wimpy and The Medallions Ep Coming Soon


Una LineUp del genere non può lasciare indifferente nemmeno il più stronzo dei Punk Rocker. Alla voce Wimpy, che era già tornato alla carica da un po' di tempo ma non aveva ancora sfornato nulla di simile, Kurt Baker al basso, Geoff Useless alla chitarra, Kris "Fingers" Rodgers alle tastiere e Craig Sala alla batteria. I membri dei Medallions non hanno certo bisogno di presentazioni. La nuova GaragePunk band del New England sta per sfornare un Ep dal titolo Still Headed Nowhere, scritto e registrato in 48 ore. Verrà pubblicato il 25 settembre ma potete già ascoltarlo qui

Lili Champ / Valve Drive / Hopewrecker / Colin Farrell - 4 Way Split


Ci sono un americano, un giapponese, un cileno e un italiano...lo so, sembra l'inizio di una barzelletta stile La Sai L'ultima?, ma in realtà è più o meno quello che vi troverete davanti quando metterete sul piatto questo 7". Quattro gruppi agli antipodi sia geografici che musicali, riuniti in un bel frisbee colorato. Alla fine mischiare i generi non è poi così male! Il disco mi piace, l'ho ascoltato già parecchie volte e si presenta anche molto bene (stampato in poco più di 300 copie in diversi colori a me tocca il viola tra sù de ciuc). Il lato A è splittato tra i cileni Lili Champ e i giapponesi Valve Drive, i primi cantano in spagnolo e mi ricordato i No Use For A Name meno patinati mentre gli amici del sol levante sono più ispirati da gruppi come MxPx ed Ataris. Sul lato B iniziano gli statunitensi Hopewrecker, il loro pezzo è forse quello che mi convince di meno, la canzone è buona, ma l'avrei velocizzata un pò di più. A proposito di velocità, chiudono i Colin Farrell che con Indie Boyz sicuramente piazzano uno dei quattro pezzi migliori dello split. Scherzi a parte, 1:14 di fast-core dove il Re del Mobile sputa il suo amore/odio il suo "vorrei, ma non posso" verso gli indie. In definitiva questo 4-way split non è altro che una buona occasione per conoscere 4 gruppi validi ed eventualmente interessarsi alla loro restante discografia. Se volete potete sentire il disco online qui.

venerdì 21 settembre 2012

Stasera a Milano: Summer's Gone Fest



Stasera (22 Settembre) al Ligera di Milano (V.le Padova 133) si suona duro! Sul palco dalle 22:



http://www.thesnookys.com/
Garage punkers figli di Detroit (figli di troi..) e del Crypt sound dichiarano: "Stavamo pubblicando un disco di cover di Jo Squillo... poi però abbiamo conosciuto i Devil Dogs". Ancora in giro a promuovere il loro secondo lavoro "Automatic Stomp (LP-CD, 2012)", passano al Ligera a salutarci prima di partire per un tour negli States!
http://colinfarrell.bandcamp.com/I Colin Farrell si sa… suonano punkrock, lo fanno andando a tavoletta e ci regalano ottime performances live che poi uno alla fine dice “è stato veramente breve ma intenso” e non lo dice tanto per dire. Astenersi perditempo.
Milano GARAGE ROCKETS con ex membri di Bumpkins e Hate Hate Haters! Per la prima volta fuori dalla sala prove!!! Se te li perdi sei un babbo.

ANDY KAAM
aka Ciuspi aka Andrea Carminati, voce e chitarra dei garage rockers The Kaams. Dopo il successo mietuto nelle terre dell'est Europeo durante questa estate 2012, sbarcherà anche in Italia (che poi è italiano e vive qua, che cazzo sbarca??) per deliziarci con il suo progetto acustico. Influenzato dal cantautorato Italiano ed Americano, dalle melodie 60's e dal root blues... Enjoy!

** INGRESSO 3 EURI **

Live Report: The Men + Wemen + Shiva Racket @ Ligera


Pochi giorni fa, in seguito ai recenti avvenimenti di Milano, Angelino Alfano si era espresso a favore del ritorno dell' esercito in Via Padova. Detto fatto. Noi della caserma non ce lo siamo fatti ripetere, e così eccoci di nuovo a gozzovigliare e a mischiarci nella calca di freaks e ubriaconi del Ligera. C'è molto hype attorno all'evento di stasera, tanto da essere pubblicizzato su vari giornali e rollingstone.it, in più i The Men da New York sono circondati da un alone di mistero e sono irrintracciabili sulla rete (complice anche un nome che non aiuta). Così, colmo di curiosità e fomentato dal passaparola degli ultimi giorni, mi presento al Ligera per le 22 in punto.
Pur essendo presto la gente è già abbastanza. Saluti di rito, drink, e per le 22.30 salgono sul palco gli Shiva Racket, band attiva da circa un paio d'anni e formata da ragazzi provenienti da varie band del circuito musicale milanese. Hanno un sound duro e cupo, grunge al 100% con attenzione particolare rivolta alle melodie. I pezzi sono coinvolgenti ed arrangiati molto bene, il pubblico segue con interesse ed apprezza. Di recente la band ha deciso di cantare in italiano anzichè in inglese, scelta a mio parere azzeccatissima e che li valorizza ancora di più. 
Salgo a prendere una boccata d'aria e mi accorgo che la gente è decuplicata! Si prospetta una serata rovente! Tempo 15 minuti e sono già sul palco gli Wemen capitanati da Carlo pastore alla voce+chitarra. I 4 ragazzi suonano indie rock...alternative...insomma indie...non sono molto ferrato sull'argomento ma devo dire che alcuni pezzi non sono male...addirittura mi coinvolgono un po' (i miei soliti pregiudizi)...a tratti mi ricordano i primi Weezer. La sala del Ligera è stracolma di gente di tutti i tipi: locals, freaks, indie boys,  rockers, hipsters, ubriaconi...tutti seguono il concerto ma la reazione è più che pacata...gli applausi si levano timidi. Appena attaccano con un pezzo che mi sembra piuttosto lento decido di telare...comunque promossi!
Ai The Men, invece, il pubblico riserva tutta un'altra accoglienza. Già prima dell'inizio la gente si accalca sotto il palco e inizia a fare un caldo bestia. Sono curioso perchè di loro si è parlato tanto, io non ho ascoltato nulla e in giro ho letto che hanno un sound in stile motor city...insomma Mc5, Stogees etc...il che mi aggrada.
I newyorchesi attaccano a palla con una foga incredibile, pestano tantissimo, con il risultato che la prima canzone è quasi uno strumentale...le voci si sentono meno di zero...già al secondo pezzo la situazione migliora, ma purtroppo durante tutto il concerto le voci  resteranno bassine. Comunque il pubblico risponde alla grande già sui primi pezzi scatta il pogo e la gente saltella qua e là. Posso confermare quello che avevo letto in giro, alcuni pezzi sembrano proprio degli Mc5 e giri di chitarra sono rock al 100%, impossibile stare fermi! Altri pezzi invece mi ricordano più gli Husker Du e un pochino anche i Dinosaur Jr.; chitarre a metà tra il distorto e il pulito, cantato a volte urlato a volte più melodico...insomma lo stile è quello. Band che merita veramente! Mi perdo la fine dello show ma sono soddisfatto lo stesso...dopotutto in caserma l'alzabandiera è alle 6.00 !

In arrivo il nuovo album dei Leeches

giovedì 20 settembre 2012

Nuovo VideoClip per i Bouncing Souls


Un altro pezzo di Comet diventa un VideoClip. Check it out!

SNAFU 2.0: presentazione nuovo disco Animal Boy

Venerdì 21 allo SHELTER LIVE di lipomo (via degli alpini173)(CO) ci sarà la presentazione del nuovo disco "031" degli ANIMAL BOY da cantù.
Insieme suoneranno PORNA&theKOKOTS e COLIN FARRELL.

ingresso libero.inizio concerto ore 22.00.

qui link evento facebook

martedì 18 settembre 2012

Royal Republic live in Milano - Contest


Questi bei quattro maschioni svedesi sono i Royal Republic, una band stile Danko Jones che è appena uscita con il suo secondo disco. In caserma non li si consceva, ma ci hanno colpito.
La Live Nation ha mandato una jeep al comando di battaglione e ci hanno ordinato di mettere in palio 2 ingressi gratuiti per il loro live show che si terrà al Tunnel di Milano il 15 Ottobre.

Se siete interessati non dovete fare altro che scrivere alla Caserma mandandoci i vostri dati personali - nome e cognome - e qualche giorno prima dello show estrarremo a sorte i fortunati che verranno reclutati prontamente (pegno poi fare un report con il 2.0).

Nel frattempo - mentre rimaniamo in attesa di recensire il disco - fatevi una cultura....




lunedì 17 settembre 2012

THE DOGGS - RED SESSIONS - MIDNIGHT EYES




Nuovo video per gli Stooges di Milano....take it

The Bones - Monkeys With Guns

I Used To Fuck People Like You In Prison Records - 2012

Sono convinto del fatto che questo album abbia diviso i fan dei Bones in pro-a-spada-tratta e in contro-perché-si-sono-rammolliti. Onestamente entrambe le parti hanno le loro ragioni ma, se dobbiamo essere onesti, nonostante sia un album sottotono rispetto ai lavori precedenti, è comunque un lavoro valido. La formula è sempre la stessa e pertanto il risultato si sintetizza anche in questa occasione in uno sporchissimo e veloce punk'n'roll a due voci. Tuttavia si può rilevare qualche elemento di novità nelle melodie vagamente più pop e meno incazzate del solito. Ne sono la prova Dead Heart BeatThis Hound Dog RocksPezzi più riusciti dell'album sono sicuramente le più veloci ed energice Mr. Bartender e Shooting Blanks
Tuttavia l'album ha i suoi difetti: non solo manca un vero singolone, un anthem da gridare sotto il palco con il pugno rivolto verso l'alto, ma nessuno dei brani ha un impatto immediato. Inoltre tra le bonus track non passa inosservata I Feel Like Shit, dove, il sound rimane quello dei Bones, ma la melodia e gli accordi richiamano un po' troppo Like a Parasite dei Queers: Fail!
Non per questo l'album è da buttare: l'ascolto è piacevole e divertente. La questione è che i Bones sono capaci di meglio quindi le aspettative erano un po' più alte. Forse l'eccessiva attesa di questa uscita unita al fatto che 17 brani sono troppi per un album solo non hanno giocato a favore. Fatto stà che i Bones rimangono una grande band e perciò le speranze che si decidano ad aggiungere una data italiana all'attuale tour non si sono affievolite.
It's Only Rock'n'Roll, But I Like It!

domenica 16 settembre 2012

Biters - It's All Chewed Up Ok?

Pop The Balloon - 2012

Li ho scoperti per caso e me ne sono subito innamorato! I Biters sono un quartetto di Atlanta, in giro da appena tre anni, che suona un dinamico powerpop vecchio stile irrobustito da una sana dose di garage, punk e rock n'roll.
Quest'anno hanno pubblicato "It's Al Chewed Up Ok?", primo LP che in realtà raccoglie i due EP finora pubblicati: dodici ottime tracce dal sound fresco ed energico, dotate di mordente e personalità.
Il powerpop da Poptopia è sicuramente predominante, come nel singolone "Melody For Lovers", ma lo spettro musicale coperto dalle loro influenze è ampio, dai riffoni a là Thin Lizzy di "Breaking Your Heart Again" al glam  erede di Bowie di "Rock N' Roll Loser".
Musicalmente la performance è ottima, semplice ed efficace: batteria essenziale e basso preciso per la ritmica, un ottimo intreccio di powerchords e melodie di chitarra e una voce non potente ma intonata e accattivante. Gli assoli sono brevi ma incisivi, le melodie vocali azzeccate nella loro semplicità e c'è persino quel tocco in più nei dettagli, come un il piano rock n'roll di "Born to Cry".
Pur insertendosi solidamente nella tradizione del genere, gli arrangiamenti  e i suoni riescono a dare una freschezza moderna, grazie ad accorgimenti come ad esempio le chitarre quasi Dandy Wharoliane di "It Ain't That Easy"
Tutti i pezzi rimangono facilmente in testa e sono degnissimi, con una buona percentuale di vere e proprie canzoni killer. Il gruppo deve forse completare l'operazione di amalgama delle proprie influenze e definire così del tutto la propria personalità, ma con un LP d'esordio così le prospettive sono più che rosee: i Biters hanno tutte le carte per poter diventare uno dei migliori fenomeni del rock/punk di questo decennio.
La band non a caso si sta dando da fare: questo autunno aprirà i concerti del tour americano dei Social Distorsion.


Il disco, rigorosamente in vinile e pure colorato,  è edito in Europa dalla francese Pop The Balloon e contiene al suo interno anche il cd. Curosiamente l'ordine delle canzoni in copertina risulta invertito tra lato A e B.

Caldamente raccomandati a tutti gli amanti del powerpop e del punk rock più melodico; per quanto mi riguarda se il mondo finisse davvero il 21 dicembre penso che un ipotetico concerto Biters più Giuda potrebbe essere la mia scelta ideale per la serata (visto che probabilmente nemmeno l'Apocalisse potrebbe convincere i Guns a riunirsi).

The MONSTER ZERO Newsletter September 2012


What's up in this motherflipper? I hope you all sorta survived the summer. Goomba got fat from all these grill and cocktail parties. Sand up his mushroom ass, but that's the way it goes. September however means back to business. And I mean business...

NEW 20 BELOWS 'LATE NIGHTS' OUT NOW!
We thought they'd moved on, but nothing's stronger than blood! The newest record by The 20 Belows, 'Late Nights', is now out on Monster Zero! Time for another round of crying your eyes out, pounding them drinks and considering jumping of a bridge with the boys from Denmark. Fantastic singalongs, well-crafted hit tunes and a big power slap to the face. 'Late Nights' rules, pick it up now!

NEW SUGUS 'CICOSTLES' OUT VERY SOON!
Ok, Sugus is from Spain, where they take things a bit easier than here in uptight Goomba land. So you punx just gotta sit it out a bit more. But it will be worth your wait. The new record 'Cicostles' by Madrid's punkrock institute Sugus is one hell of a fast, catchy, Latino monster! Start saving your money for this magnificent LP (with free download code ofcourse, hippie)

MONSTER ZERO MAGAZINE!
It is with great pleasure and relief that Goomba can announce that The Princess and Toad have finally joined the Monster Zero ranks. Two hardworking young punkrockers is exactly what the fat and aging Goomba
and Koopa Troopa (who still wears Small t-shirts...) need. First mission is to create a Monster Zero Magazine. Yes, we know the printed media is dying, but who doesn't remember the coolness of Stardumb
Punkrock Zine? There ya go, more news on this one soon.

APERS AND MANGES TO JAPAN, 20 BELOWS AND DEECRACKS TO THE USA!
October sees Monster Zero bands take over two new continents! The Apers will tour Japan for the first time ever, together with The Manges! And DeeCracks will team up with the 20 Belows for a USA tour.
Let's show them how we do things in Europe, boys!

GERMANS, CHECK OUT WANDA RECORDS!
Yo people of the great nation that is Germany! Monster Zero releases are now also available through www.wandarecords.de! Visit the site and support underground rock n roll.... Na, seriously, make Goomba filthy rich and believe the hype!

GOOMBA’S NEWS TELEX YO!
Ulli Below lost his job – Ivo Backbreaker has two jobs – Tony Crackup joined the Priceduifkes – Hotlines compilation out soon on Lost Youth Records – Get the new Teenage Bubblegums EP here: http://teenagegluesniffers.bandcamp.com/album/chinese-demography – New Accelerators record is good – Buddy Zombie is alive – Max Power is broke – Kevin Aper joins Riccobellis – Simone Riccobelli joins Slayer – Mugwumps finally have a rehearsal room – EVERYBODY likes Mike DeeCrackus – Fraser Murderburger grew 10 cm! - Kevin Aper is still taller – Thrashmetal is the new poppunk – Kelvin Centerfold now drives a BMW – Ricky D. goes back to school – Till Maladroit sucks at minigolf - This shit never gets old.

sabato 15 settembre 2012

Teenage Bottlerocket - Freak Out!


L'avevo dato per disperso e invece no! Finalmente l'altro giorno mi è arrivato il pacco della Fat Wreck con il nuovo album dei Teenage Bottlerocket! La solita copertina simboleggia il fatto che i quattro pop punkers non sono cambiati e il loro sound è sempre lo stesso. Brandon martella il charleston incessantemente, gli strumenti sono suonati in downstroke per dare compattezza e Kody e Ray si alternano alle voci.
Purtroppo parto col dire che il disco, a mio parere, non è un gran che. Dopo un "They Came From the Shadows" che aveva lasciato i più con l'amaro in bocca, ci si aspettava che i TBR tornassero verso i livelli di "Total" e "Warning Device", ma con Freak Out! la cosa non accade. L'album parte piuttosto spompo con "Freak Out!" che dà il nome all'album e ha veramente poco da dire, in seconda posizione troviamo "Headbanger", il video è carino ma il pezzo non mi piace proprio...insomma prima di trovare una canzone decente dobbiamo aspettare la track 5 "Maverick", ispirata al personaggio di Tom Cruise in Top Gun, con belle melodie e testo molto carino ("I'm the only guy in Top Gun she ever dated"), senza dubbio una delle migliori.
Segue "Done with love" classico pezzone pop punk molto sentimentale, e poi "Punk House of Horror" che insieme a "Mutilate Me" (usciti precedentemente in 7") forma la coppia dei pezzi migliori dell'album. Andando avanti, il disco si perde in canzoni piuttosto inutili: "Who Killed Sensei","Radical" e "Summertime" per poi finire con "Go With the Flow", bel pezzo che salva in corner il disco.
Che dire...da un lato trovo positivo che il sound (che io adoro) sia sempre lo stesso...però dall'altro mancano i pezzi...a mio parere They Came From the Shadows (nonostante le critiche) ha canzoni più fighe ed è un album nettamente migliore...in Freak Out! i pezzi carini si contano veramente sulle dita di una mano...mah sono un po' perplesso...il cambio di marcia sperato non c'è stato...speriamo passino presto in Italia a tirarci sul il morale!

lunedì 10 settembre 2012

The Giacomello's - Hand Made

DIY - 2012

Wow....non lo avrei mai detto, lo ammetto...ma wow...che bomba! Che dischetto! I Giacomello's sono giovani ragazzi di Udine con la testa totalmente strafatta di pop punk...cosa che nei boyz di tenera età solitamente provoca risultati infertili e ampiamente oltre i confini del clichè più totale....a sto giro i miei preconcetti me li posso pure infilare nel culo, e alla grandissima anche! Che disco!
A parte la canonica - sebbene ben riuscita - cover di "Earth Angel" il resto dell'EP sfagiola pezzi pop punk che mixano in maniera egregia i Queers (per davvero!!!! I Queers!!!!) con i Retarded ed un pizzico minuscolo di Apers...il risultato è impagabile...e lo so che sembra assurdo. Lo so. 
Non so che futuro avranno questi ragazzi...magari il loro prossimo lavoro farà cagare il culo (anzi, sicuramente), ma questo "Hand-made" è una piccolissima gemma di punkrock nostrano...e più lo dico e più ne sono convinto e più mi sembra impossibile...ascoltate "Let's go to the beach" e traetene le vostre conclusioni. Un pezzo semplice, probabilmente in La, Fa#, Re, Mi che però riesce a catturarti con una banalità apocalitticamente disarmante...e quando è così non ci sono cazzi per nessuno. Che disco....non ci credo nemmeno io.

domenica 9 settembre 2012

Plakkaggio HC - Il nemico / Fronte del Sacco

2007
2009

Su SNAFU si torna a parlare di Hardcore, genere non consono allo spirito della caserma, ma pur sempre apprezzato e scelto come ascolto pre-esercitazioni a fuoco (quelle con i proiettili veri che se ti beccano ti mandano al Creatore)...proprio quel Creatore che ai romani Plakkaggio Hc non sembra stare proprio simpatico considerando la loro imbarazzante biografia: "Interessi del gruppo...Messe Nere - Bruciare Chiese - Stuprare Suore" (sic), "... un agghiacciante e oscuro inno a Satana e al demone Cernunnos, alimentando il focolare radicalmente anticristiano del loro repertorio". Non fatevi trarre in inganno da questi reflussi gastrici da 13enne inKazzato con il Papa perchè i romani sanno il fatto loro e musicalmente tirano fuori dal cilindro pezzi dagli ottimi arrangiamenti, suonati e registrati magistralmente.

Questi due lavori DIY, rispettivamente del 2007 e 2009, hanno a mio parere (parere scolpito dall'alto di sto cazzo, sia chiaro...sono soldato mica ufficiale) un unico difetto e cioè quel dannato vocione rauco tutto cattivo tipico di molte band HC. Chi mi conosce sa che sono assolutamente favorevole ed affezionato al cantato urlato....anche un pò per limiti canori personali....ma il "vocione" proprio non lo sopporto...c'è modo e modo di urlare.
A dimostrazione che quello che dico non è proprio una vaccata ci pensano per la precisione alcune tracce di "Fronte del Sacco" in cui mi pare di scorgere ben evidenziata un'alternanza di voci - che nel primo disco non c'era - che tira su il livello generale di almeno 9 punti su 10...con mio grande piacere (vedi "Tempesta", "Padroni delle strade" e "Granito" che non per nulla sono tre pezzi bomba).
In definitiva la Caserma si sente di promuovere questi due lavori, citando per particolare merito i riff ben progettati e carichissimi ed una bella manciata di ritornelli che svelano un approccio ed un gusto per la melodia ben sviluppato....a dimostrazione che anche nell'HC un pò di "pop side" serve sempre....e questo non può che farmi continuare ad essere straconvinto di quella mia affermazione che qui aveva creato tante lamentele.....un bel "fuck you all boyz" ai miei detrattori...in simpatia sia chiaro.

Tutto è scaricabile gratis (così si fa) dai seguenti link:
- Il Nemico
- Fronte del Sacco

sabato 8 settembre 2012

Stasera Teenage Gluesniffers Release Party!


Dopo due anni e mezzo dall'ultimo album esce l'ultima fatica dei Teenage GluesniffersChinese Demography! Per l'occasione stasera alle 22 al Blue Rose Saloon di Bresso (MI), in via Carolina Romani 11, tornano sul palco dopo 4 mesi di stop. A condividere il palco con loro ci saranno i Low Dérive, ormai noti ai soldati della caserma, e i Dear Dust, punk rock trio romano. Ingresso 3€, Vietato Mancare!

venerdì 7 settembre 2012

Lawyer Beaters - 12-21-2012 DIY VideoClip


A quanto pare i piacentini Lawyer Beaters si stanno dando da fare per promuovere il loro ultimo LP Sad Thoughts and Bikinis. Questo è il risultato delle loro fatiche.
Enjoy!

giovedì 6 settembre 2012

Bouncing Souls + Dave Hause Live @ Estragon (Bologna)


Martedì è un giorno pessimo per fare una trasferta: avete idea di cosa significhi ottenere un permesso in caserma? Riusciamo comunque nell'intento e approdiamo a Bologna giusto in tempo per renderci conto che il concerto è parte integrante della festa del PD e che quindi c'è l'imbarazzo della scelta per mangiare. Tuttavia sono già le 20:15 e tra poco si inizia a suonare.
Dave Hause alle 20:30 spaccate sale sul palco e per poco meno di 20 minuti intrattiene un pubblico non troppo partecipe. Il palco è grande, troppo per una persona sola. Nonostante ciò Dave, palesemente sconvolto e in astinenza da sonno, riesce ad emozionare i pochi presenti. Impresa assai ardua ma riuscita: bravo Dave!


Tocca ai Bouncing Souls e il pubblico inizia a scaldarsi per davvero. Inizialmente la band sembra un po' fuori forma ma man mano che vanno avanti a suonare prendono carica e gasano sempre più il pubblico. L'Estragon è per due terzi pieno quando sulle note di True Believer si scatena il pogo per la prima volta nell'arco della serata. I suoni non sono molto puliti e penalizzano parecchio la chitarra in favore di un basso decisamente troppo alto. Purtroppo i Bouncing non sono gli headliner e si devono accontentare di una situazione che non gli rende per nulla giustizia. Il set, di 45 minuti cicra, si chiude alle 22 con Ship in a Bottle e tanti applausi per la band. In teoria adesso dovrebbero suonare i Flogging Molly ma le loro canzoni sono tutte uguali e in più abbiamo l'aspettativa di due ore e mezza di macchina. Desistiamo poco dopo il loro inizio... l'Estragon è pienissimo, nessuno si accorgerà della nostra assenza.

SNAFU 2.0: MAI UNA GIOIA FEST 2 !!


Dopo un breve break nel mese di agosto, a seguito di un'intensa attività estiva, torna Sottosuolo per chiudere l'ultimo strascico d'estate con classe!

Ultimo appuntamento estivo all'Edoné, quattro gruppi per una 2 giorni che scacci a calci la calura e che, al solito, regali tante soddisfazioni, ma mai una gioia...

VENERDI' 7

Movie Star Junkies (BLUES/PUNK da Torino)

The Sensibles (POWERPOP/POP PUNK da Milano)

Arrivano a Bergamo Sottosuolo i Movie Star Junkies... più di 15 uscite all'attivo, tour europei con responsi entusiastici in ogni dove e una miscela indefinita di blues, garage e indie sporcata da visioni tra l'ossessivo e il cinematografico.
La promozione dell'ultimo LP "Son of the dust" non è ancora alle spalle, per alimentare un live che, confidiamo, lascerà qualcosa da raccontare.

In apertura i Sensibles, band attiva dal 2009 con un 7" d'inediti da poco stampato e una carica powerpop e pop-punk decisamente immediata, sbarazzina e fresca. 

SABATO 8

Cut (ROCK'N'ROLL/GARAGE da Bologna)

Cusack (EMO/PUNK da Milano)


Altra band dal respiro internazionale, i Cut passano da noi sull'onda lunga del nuovo "Annihilation Road", registrato lungo le strade di New York a coronamento di un'attività in studio e live mai doma. L'album è un agglomerato ad alta tensione di quel che ci hanno somministrato sin dal lontano 1998, anno della loro prima uscita ufficiale: rock'n'roll, garage, beat elettrico... 

In apertura i Cusack, quartetto attivo da diversi anni e con due 7" all'attivo (uno dei quali con i Laser Geyser, vecchia conoscenza di Sottosuolo) porta alla MIA UNA GIOIA Fest la sua attitudine '90s tra emo e punk d'antan, senza respiro.

Il tutto, all' Edone' di Bergamo, in Via gemelli
Ingresso Gratuito
Orario di fine concerti (TASSATIVO) 23:30

Nuovo (Vecchio) Video per i Manges


Gli Spezzini fanno sempre le cose con stile e in occasione del loro tour Giapponese hanno ri-editato il videoclip di Bad Juju. 
Enjoy!

mercoledì 5 settembre 2012

Stasera DeeCRACKS al Ligera (Milano)


Stasera alle 22 a Milano la casera di Snafu si riunisce al Ligera (Viale Padova 133). Per l'occasione suoneranno: 

DeeCRACKS
Monkey Boys From Austria

The Photogenics
Old School Punk Rocker from Milano

Greedy Mistress
GG Allin's Grandchildrens from BrianzaPazza

Ingresso 3€

lunedì 3 settembre 2012

Rubato il Furgone dei Duracel



Ieri all'I-Day Festival di Bologna è stato rubato il furgone dei Duracel. Il veicolo era parcheggiato all'incrocio tra via Stalingrado e via della Liberazione vicino al sottopassaggio dell'UNIPOL. Se qualcuno dovesse vederlo abbandonato da qualche parte (visto che non ha alcun valore) a Bologna o dintorni è pregato di contattare Zamu o il Bocia. Se non avete un profilo facebook potete contattarli tramite posta elettronica all'indirizzo vale@duracel.it


Segni particolari:
- Adesivo rosso con scritto "tirare" sul lato destro;

- Vari adesivi sui portelloni posteriori;
- Teschio arancione sul cofano anteriore;
- Interni leopardati;
- Manifesti sui finestrini posteriori (che molto probabilmente sono stati rimossi);

SNAFU 2.0: I-DAY 2012 - EPIC FAIL pt.2


Enri Gluesniffers si è fatto fottere e si confida con SNAFU 2.0.....

Che non fosse proprio la mia estate l'avevo capito da parecchio. Gli unici tre giorni di vacanza fottuti causa tonsillite presa al lavoro (con annesso spreco di più di 100 euro tra aereo e albergo, così, tanto per ridere), 270 euri di multe made in Area C prese andando a fare la visita medica per il lavoro, mille incertezze su ciò che farò della mia vita da settimana prossima, caldo atroce, calciomercato deludente e pedale della cassa rotto. Avrebbe dovuto essere il giorno non dico della rivincita ma per lo meno che mi avrebbe fatto iniziare la prima (e per ora ultima) settimana di lavoro con il piede giusto. Ma quando una cosa può andare a fucking itself, va a fucking itself.
Partiamo da Milano io e ragazza con il sole, il tempo va in merda in pochi chilometri e lo spettro del Rock in Idrho aleggia pesantemente nell'aere. Però arriviamo easy a Bologna senza pioggia, parcheggiamo e ci dirigiamo verso la festa. Incontriamo pure alcune facce amiche, beviamo le birre, pure il tempo sembra sorriderci. Ho solo un mezzo litigio col tipo che mi fa la perquisa; in realtà la colpa è mia che ho cercato di fregarlo nascondendo le bottigliette d'acqua nello zaino. Vengo sgamato come un fesso e me la prendo a male. Ma niente può rovinarmi la giornata. Ulteriore pausa birra, nel frattempo ci perdiamo volentieri All Time Low e Angels and Airwaves che tanto ci fanno cagare, e prendiamo posto in zona strategica per vedere i Social. Mike Ness, sempre bello come il sole, e soci entrano in scena sulle note di "No sleep till Brooklyn" dei Beastie Boys, siamo carichi, sarà una gran serata. Aprono con So Far Away poi via via si va con Bad Luck, Sick Boy, Cold Feelings, Sometimes I Do, Gimme the Sweet and Lowdown, Story of My Life; addirittura a sorpresa Michelino annuncia un pezzo di Johnny Cash e mentre tutti si danno di gomito pensando a Ring of Fire io sparo la cazzata "per me fanno Folsom Prison Blues" e ci azzecco. Commovente. Chiudono con Ring Of Fire, comunque. In generale scaletta con qualche mancanza di troppo ma per 65 minuti cosa cazzo pretendiamo. La verità è una sola, ovvero che fanno il culo ancora a troppe band. 
Dopo i Social sono in scaletta i Kooks, il che mi era parso inizialmente una bestemmia ma a conti fatti...vabbè. Fatto sta che ci mettiamo nella lunghissima fila per la piadineria e al che sento le parole che nessuno vorrebbe sentire ad un festival: "Abbiamo da farvi un comunicato"...e il resto lo sapete. Eccovi una serie di diapositive degli ultimi dieci minuti trascorsi nell'Arena:
- Pably che mi invia un messaggio "ma allora i Green Day suonano?" mentre viene dato l'annuncio.
- Poliziotti in anti sommossa che si schierano esattamente trenta secondi prima che venga dato l'annuncio.
- "Come la band vi dovrebbe avere già detto" (?)
- I solerti organizzatori che decidono di cacciare la gente facendola uscire da un'uscita secondaria che dava su un piazzale minuscolo chiuso dalle bancarelle degli abusivi.
- Le minorenni in lacrime: "Andiamo in ospedale a vedere come sta". 

Meno male che ho ripreso a lavorare.

PS: Ai Duracel è andata peggio. Gli hanno fottuto il furgone fuori dalla festa. Volevo augurare all'autore del gesto di crepare.

SNAFU 2.0: anteprima del disco dei nappies


Bitto, soldato semplice, addetto alla cucina ci manda il video preview del nuovo album dei Nappies in uscita per Making Believe Records.

domenica 2 settembre 2012

Colin Farrell - DIY promo video


Il buon Pvt Rehab come sappiamo oltre a saper sparare con il fucile (non è uno dei nostri migliori tiratori tuttavia) e oltre a sapersi lanciare da un C-47 senza troppa esitazione, si dedica al filmaggio ed al montaggio di clippetini DIY.

Questa volta è il turno della band milanese Colin Farrell qui presente con un collage di alcuni dei loro concerti meneghini. Un video promo che accompagna l'uscita del 7" split con altre 3 band mondiali....una cilena, una californiana e una di giappi.
Potete dare un ascolto al loro bandcamp per farvi un'idea del risultato e se siete interessati potete trovare il dischetto ai loro concerti per soli 3 euro. Se invece non li volete vedere live fatevelo spedire a casa....contattateli su facebook o contattate la caserma.